Apple annuncia un altro evento di presentazione dei suoi prodotti dopo quello, da molti analisti considerato deludente, di settembre in cui era stato lanciato l'iPhone 13 e nuove versioni dell'Apple Watch. Settimana prossima le attese sono per il completamento della gamma di Mac con i nuovi processori autoprodotti da Cupertino, gli M1, che stanno sostituendo quelli di Intel. Finora gli M1 hanno debuttato su MacBook Air, MacBook Pro, Mac Mini e iMac. Mancano ancora all'appello i prodotti top di Apple, e quelli più costosi, ovvero i Mac Pro e i MacBook Pro con schermi più grandi. Il settore dei computer può sembrare residuale per Apple ma, oltre a fare parte del più ampio ecosistema del gruppo californiano, ha regalato grandi soddisfazioni in tempi recenti, complice anche la pandemia. Nel terzo trimestre le vendite di Mac sono cresciute del 7,6% annuo per Gartner e del 9,9% per Idc, contro il progresso limitato all'1,0% (3,9% per Idc) dell'intera industria dei computer. E, soprattutto, contro il declino del 5,8% annuo registrato da Hp. Oltre ai Mac il 18 ottobre dovrebbero essere anche presentate le nuove AirPods (le cuffie wireless), visto che il modello precedente era stato lanciato nel marzo 2019. Apple ha chiuso in declino dello 0,91% la seduta di martedì al Nyse.

(RR - www.ftaonline.com)