Gli azionisti di Jp Morgan bocciano il maxi bonus del numero uno Jamie Dimon. Il chief executive e chairman, unico dei leader dei giganti bancari di Wall Street a essere sopravvissuto alla crisi dei mutui subprime, nel 2021 aveva conquistato un extra compenso di 52,6 milioni di dollari, in stock option, per rimanere al suo posto per almeno altri cinque anni (Dimon ha compiuto 66 anni in marzo). Il pacchetto ha ottenuto appena il 31% dei voti dell'assemblea dei soci di Jp Morgan. Proposte di questo genere hanno superato il 90% dei voti in otto degli ultimi dodici anni, ricorda Reuters. Il bonus di Dimon non è comunque in discussione e potrà anche riceverlo se lascerà la società prima di cinque anni, nel caso vada a rivestire una carica governativa o si candidi alle elezioni. Jp Morgan aveva chiuso in rally del 3,28% martedì al Nyse.

(RR - www.ftaonline.com)