Banche: R&S,italiane prudenti, quelle cinesi piu' redditizie

Le italiane hanno chiuso il 2008 con percentuali molto alte

(ANSA) - MILANO, 9 GIU - le banche italiane sono tra le piu' prudenti a livello globale, le piu' redditizie sono in Cina. Emerge dal rapporto R&S (Mediobanca). La prudenza degli istituti del Belpaese (UniCredit e Intesa SanPaolo sono nel campione della ricerca) e' dimostrata anche dal fatto che hanno chiuso il 2008 con utili netti pari al 14,6% del fatturato, contro il meno 6% delle maggiori banche europee. Quanto alle perdite su crediti in Italia si attestano al 13,4% contro il 23,6% del settore europeo. Gli istituti cinesi hanno evidenziato un utile per azione (Roe) nel 2007 al 17,8% attestandosi su livelli piu' elevati sia dell'Europa (15,7%) che degli Stati Uniti (9,8%). L'ingresso dei Governi nell'azionariato delle banche e' costato all'amministrazione statunitense circa 34 miliardi in piu' rispetto ai Paesi dell'Unione europea: i fondi pubblici affluiti nelle casse delle principali banche europee sono ammontati a 52 miliardi di euro, a fronte dei 119,6 miliardi di dollari (circa 86,2 miliardi di euro) versati dal Governo Usa. I piani di salvataggio delle banche negli Usa sono 702 rispetto ai 45 in Europa ma il saldo finale si preannuncia piu' salato nel Vecchio Continente. Secondo il rapporto gli indicatori adottati da Basilea II per il livello di solvibilita' delle banche 'sono fuorvianti in un'ottica diagnostica'.(ANSA).