Banche: nel 2009 peggiora rischio legato al credito

Lo rileva la Banca d'Italia

(ANSA) - ROMA, 4 GIU - Il rischio legato al credito potrebbe peggiorare per le banche italiane nel 2009. Lo sottolinea Stefano Mieli della Banca d'Italia. Le banche italiane, afferma il direttore centrale per la Vigilanza creditizia e finanziaria di Bankitalia, hanno mostrato 'una buona tenuta' ma questo non significa 'che non abbiano subito contraccolpi': gli utili si sono ridotti di oltre il 40% e il Roe (indicatore della redditivita') e' sceso dall'11 al 5,7%. Le perdite su crediti 'incideranno negativamente sugli utili 2009, -prosegue- riducendo le risorse da destinare all'ampliamento dei mezzi patrimoniali'. Le banche italiane 'come quelle di altri Paesi, devono ora fronteggiare gli effetti del peggioramento dell'economia reale. L'esperienza passata indica che l'emersione delle sofferenze segue con ritardo il peggioramento della congiuntura. Nel 2008 il flusso di nuove sofferenze rettificate e' salito in rapporto ai prestiti complessivi; l'accelerazione e' stata forte negli ultimi 2 trimestri ed e' proseguita nel 1/o trimestre 2009'. E conclude: 'Stime basate sui dati delle esposizioni verso le imprese non finanziarie confermano il peggioramento del rischio di credito per il 2009'.(ANSA).