Nella seduta di ieri, 4 novembre 2021, il Consiglio di Amministrazione di Banco BPM, presieduto dal Dr. Massimo Tononi, ha approvato il Piano Industriale 2021-2024 del Gruppo.

• Contesto di significativa ripresa economica
• Solido track record nella generazione di ricavi
• Attento controllo dei costi
• Contenuto profilo di rischio

SIGNIFICATIVA CREAZIONE DI VALORE
• UTILE NETTO PARI A ~€740MLN NEL 2023 E A OLTRE €1MLD NEL 2024
• ROTE >9% AL 2024

FORTE CAPITALIZZAZIONE E SOLIDI LIVELLI DI LIQUIDITÀ
• CET 1 RATIO ~14,4% AL 2024
• MDA BUFFER FL A ~590PB AL 2024
• DIVIDEND PAYOUT IN ARCO PIANO AL 40%
• LIQUIDITY COVERAGE RATIO >140%
• NET STABLE FUNDING RATIO >100%

ULTERIORE IMPULSO AL DERISKING E BASSO LIVELLO DI NPE
• GROSS NPE RATIO AL 4,82% AL 2024
• COST OF RISK A 48PB AL 2024
• ULTERIORE DE-RISKING PER €650MLN GIÀ SPESATO NEL COSTO DEL CREDITO DEI PRIMI NOVE MESI DEL 2021

FORTE FOCUS SUL MIGLIORAMENTO DELLA REDDITIVITÀ OPERATIVA
• TOTALE RICAVI IN CRESCITA A ~€4,6MLD NEL 2024 (CAGR 20-24 +2,4%) DI CUI PROVENTI CORE PARI A €4,4MLD NEL 2024 (CAGR 20-24 DEL +3,8%)
• ONERI OPERATIVI IN DISCESA PARI A ~€2,4MLD NEL 2024 (CAGR 20-24 -1,1%)
• RISULTATO DELLA GESTIONE OPERATIVA >€2,1MLD NEL 2024 (CAGR 20-24 +6,0%)

UN PIANO CONCRETO E STRUTTURATO PER COGLIERE AL MEGLIO TUTTE LE OPPORTUNITÀ DERIVANTI DAL PNRR E PER SOSTENERE LA CRESCITA ECONOMICA DEL PAESE
• IMPIEGHI NETTI CORE A CLIENTELA PARI A +€109,0MLD NEL 2024 (CAGR 20-24 +2,6%)
• FLUSSI NETTI DI RACCOLTA GESTITA PARI A +€14,5MLD IN ARCO PIANO

Giuseppe Castagna, Chief Executive Officer di Banco BPM, ha dichiarato: «Il Piano Strategico 2021-2024 presentato oggi si fonda su saldi presupposti sia per quanto riguarda lo scenario macroeconomico in ripresa, stimolato tra l'altro dall'avvio del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, sia in riferimento alla solidità del Gruppo e alla sua capacità di agire in contesti di trasformazione». «Banco BPM, infatti, ha dimostrato concretamente, durante il periodo dell'emergenza sanitaria, capacità organizzative e di reazione commerciale che hanno permesso di far fronte all'emergenza e impostare con rapidità le azioni necessarie a supportare la clientela, anche grazie alla tecnologia che ha garantito l'operatività da remoto, supportata dai colleghi sempre presenti nelle filiali sul territorio. Tutto ciò è avvenuto tenendo sotto controllo la qualità degli attivi e mantenendo costante la redditività». «Il nuovo Piano, che si caratterizza per obiettivi ambiziosi ma raggiungibili anche grazie al consolidato track-record realizzato in questi anni, è guidato da priorità strategiche che mirano a remunerare in maniera significativa gli azionisti, a incontrare le aspettative degli altri principali stakeholder (clienti, colleghi, Autorità di Vigilanza) e a raccogliere le opportunità offerte da processi in corso quali la digitalizzazione e la sostenibilità. Tutto questo con l'obiettivo di rafforzare ulteriormente il posizionamento competitivo di Banco BPM come solida banca del Paese, punto di riferimento per famiglie, imprese e comunità».

(RV - www.ftaonline.com)