Bankitalia: stabile debito famiglie, cresce per imprese

Aumenta passivita' imprese a medio e lungo termine

(ANSA) - ROMA, 8 GIU - Le famiglie italiane confermano nel quarto trimestre 2008 la prudenza nell'indebitamento e la propensione al risparmio. Mentre le imprese vedono aumentare le loro passivita' sia a medio che a lungo termine. E' quanto si legge nel supplemento al bollettino statistico della Banca d'Italia di giugno secondo cui negli ultimi tre mesi del 2008, per le famiglie, i prestiti a breve termine sono rimasti stabili a 55,6 miliardi di euro dopo il calo del trimestre precedente. Quelli a medio/lungo termine (mutui) sono cresciuti a 562,9 miliardi di euro con nuovi flussi per 7 miliardi contro i 7,8 del trimestre precedente. Rispetto all'ultimo trimestre 2007 la crescita e' di circa il 3%. Le famiglie rimangono poi molto liquide con un totale di 641 miliardi di euro di biglietti, monete e depositi a vista, quasi per la totalita' depositati presso le banche. Le obbligazioni e i Titoli di Stato salgono leggermente a 753 miliardi mentre azioni e altre partecipazioni, complici anche i cali dei mercati finanziari, sono scesi a un valore di 721 miliardi rispetto agli oltre 1000 di fine 2007. Nel totale gli attivi delle famiglie a fine 2008 sono pari a 3.422 miliardi. Per quanto riguarda le imprese, il debito ha ripreso a salire, forse anche a seguito di operazioni di ristrutturazioni. (ANSA)