Nella riunione odierna, il Consiglio direttivo ha riconfermato il proprio orientamento molto accomodante nella politica monetaria.

*Il tasso di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali dei tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale rimarranno invariati rispettivamente allo 0,00%, 0,25% e -0,50%. *

Il Consiglio direttivo si aspetta che *i tassi di interesse chiave della BCE rimangano ai livelli attuali o inferiori fino a quando non avrà visto le prospettive di inflazione *convergere in modo robusto a un livello sufficientemente *vicino, ma inferiore, al 2% *entro il suo orizzonte di proiezione, e tale convergenza è stata costantemente riflessa nelle dinamiche inflazionistiche sottostanti.

Il Consiglio direttivo continuerà a effettuare acquisti di attività nette nell'ambito del programma di acquisto di emergenza pandemica (PEPP) *con una dotazione totale di 1.850 miliardi di euro almeno fino alla fine di marzo 2022 *e, in ogni caso, fino a quando non giudicherà che la fase di crisi del coronavirus sia al di sopra di. Poiché le informazioni in arrivo hanno confermato la valutazione congiunta delle condizioni di finanziamento e delle prospettive di inflazione effettuata alla riunione di politica monetaria di marzo, il Consiglio direttivo prevede che gli acquisti nell'ambito del PEPP nel trimestre in corso continueranno a essere effettuati a un ritmo significativamente più elevato rispetto al primo mesi dell'anno.

(CC - www.ftaonline.com)