Secondo quanto emerge dal Bollettino economico della Banca centrale europea (Bce), la guerra in Ucraina sta colpendo gravemente l'economia dell'Eurozona e ha aumentato notevolmente l'incertezza. "L'impatto della guerra sull'economia dipenderà dall'evoluzione del conflitto, dall'effetto delle sanzioni vigenti e da eventuali ulteriori misure", si legge nel documento dell'istituto centrale. "L'inflazione è aumentata in modo significativo e rimarrà elevata nei prossimi mesi, principalmente a causa del forte aumento dei costi energetici", ha aggiunto. "La calibrazione delle politiche della Bce rimarrà dipendente dai dati e rifletterà la valutazione in evoluzione delle prospettive da parte del Consiglio direttivo. Il Consiglio direttivo è pronto ad adeguare tutti i suoi strumenti nell'ambito del suo mandato, incorporando flessibilità se necessario, per garantire che l'inflazione si stabilizzi all'obiettivo del 2% nel medio termine", ha concluso la Bce.

(RR - www.ftaonline.com)