Benzina: ancora rialzi, sale a 1,33 euro

Attaccano i Consumatori, speculazione pesa per 8-9 centesimi

(ANSA) - ROMA, 4 GIU - Non si arresta la corsa dei carburanti, con la benzina che arriva a un soffio dagli 1,33 euro al litro e il gasolio che sfiora 1,12 euro. I rialzi sono scattati alla Shell:il prezzo di riferimento consigliato ai gestori e' di 1,329 per la verde e di 1,119 per il diesel.Tutti gli altri marchi si stabilizzano per la verde sopra 1,3. Piu' altalenante il gasolio che resta sotto 1,1 nei distributori di Api, Ip, Esso, Tamoil e Total.Attaccano i consumatori:speculazione pesa per 8-9 cent. 'Siamo alle solite: non appena il petrolio accenna a rialzarsi ecco che giungono puntuali e rapidissimi anche gli aumenti sui listini', dichiarano Adusbef e Federconsumatori, secondo le quali gli automobilisti potrebbero risparmiare fino a 6-7 centesimi al litro dalla liberalizzazione del mercato e altri 8-9 cent da ''un assiduo controllo sulle speculazioni''. Critiche che l'Unione Petrolifera rispedisce al mittente: i recenti aumenti del prezzo dei carburanti ''sono il riflesso dell'aumento delle quotazioni internazionali dei prodotti raffinati (Platts), tornate a crescere nelle ultime settimane'', spiegano i petrolieri in una nota in cui sottolineano che ''negli ultimi 15 giorni la benzina sul mercato internazionale si e' apprezzata di 3,5 cent, cosi' come il prezzo interno (al netto delle tasse)'', mentre nello stesso periodo il diesel e' cresciuto di 3,1 cent sul mercato internazionale, ma sceso di 1 millesimo in Italia.(ANSA).