M&C: bocciata proposta aumento capitale, Tamburi vota contro

De Benedetti: volonta' di limitare potenziale crescita societa'

(ANSA) - MILANO, 9 MAG - L'assemblea degli azionisti di Management & Capitali ha bocciato la proposta di delega al cda per aumentare il capitale sociale. Proposta anche di emissione di obbligazioni convertibili o con warrant. E' stato determinante il no della Secontip di Giovanni Tamburi, (15,2% capitale) vicepresidente di M&C, in contrasto con Carlo De Benedetti. Per il quale la bocciatura rappresenta la volonta' di 'limitare il potenziale di crescita della societa''. L'assemblea ha approvato la distribuzione agli azionisti di 62 centesimi per azione tramite riduzione del capitale. 'E' la prima volta in Italia che una societa' quotata in Borsa restituisce parte dei soldi ai suoi azionisti che ne sono effettivamente padroni', ha detto il presidente De Benedetti ai soci in assemblea. 'Alla domanda se M&C avra' i mezzi per continuare - ha aggiunto - la risposta e' ampiamente si''. De Benedetti ha annunciato che non si dimettera' dalla presidenza di Management & Capitali sino alla fine dell' Opa lanciata dalla Mimose della famiglia Segre. Il 26 gennaio aveva annunciato le dimissioni dalle cariche di presidente di Cir, Cofide e M&C, idea mutata 'alla luce di questo evento nuovo'. De Benedetti ha detto che valutera' se aderire con proprie azioni all'opa, precisando di aver ricevuto un'offerta per la propria quota a un prezzo 'molto superiore' ai 70 centesimi offerti.(ANSA).