Interessanti le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.

Il Dipartimento dell'Economia e della Tecnologia tedesco ha reso noto che a marzo gli ordinativi industriali sono cresciuti del 3% rispetto al mese precedente, risultando superiori alle attese degli analisti fissate su una crescita dell'1,7%. A febbraio gli ordinativi erano cresciuti dell'1,2% rispetto al mese precedente. Su base annuale gli ordinativi ricevuti sono aumentati del 27,8 rispetto allo stesso periodo del 2020.

Nel Regno Unito Markit Economics ha comunicato che nel mese di aprile l'Indice IHS Markit/CIPS dei Servizi si e' attestato a 61 punti dai 56,3 punti di marzo, risultando superiore al consensus pari a 60,1 punti.

Eurostat ha reso noto che a febbraio il volume delle vendite al dettaglio nella Zona Euro e' cresciuto del 2,7% su base mensile (consensus +1,5%), risultando però inferiore al 4,2% di febbraio (rivisto da +3%). Su base annuale l'indice ha registrato un incremento del 12% dal -1,5% della rilevazione precedente risultando superiore al consensus (+9,6%).

La Bank of England ha deciso di mantenere i tassi di interesse allo 0,10%. Il Comitato ha inoltre votato all'unanimità affinché la Banca d'Inghilterra mantenga inalterato lo stock di acquisti di obbligazioni societarie non finanziarie di qualità investment-grade a 20 miliardi di sterline e continui con il programma di acquisto di titoli di Stato da 875 miliardi di sterline, mantenendo lo stock totale di acquisti a 895 miliardi di sterline.

Aste in Europa:
- In Francia l'Agenzia del Tesoro AFT ha collocato un totale di 10,355 mld in titoli a medio lungo termine. Nel dettaglio sono stati assegnati 6,810 mld di euro in OAT con scadenza novembre 2031. Il rendimento medio ponderato si è attestato allo 0,13% con un bid to cover pari a 1,73. Sono stati poi assegnati 1,800 mld di euro in titoli con scadenza maggio 2040 (rendimento al +0,62% e bid to cover pari a 2,51 volte). Infine sono stati collocati 1,745 mld di euro in titoli con scadenza nel maggio 2052 con rendimento allo 0,93% e bid to cover pari a 2,25.

In lieve calo i depositi overnight presso la Bce. L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 574,252 miliardi di euro, dai 575,224 miliardi della lettura precedente. Fermi a zero i prestiti marginali.

Spread BTP/Bund a 112 punti base nel pomeriggio. Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta allo 0,91%.

Titoli di Stato tedeschi poco mossi. Il Bund future di giugno 2020 sale a 170,51 punti (+0,02%) ed il Bobl future si attesta a 134,94 punti (+0,01%).

(CC - www.ftaonline.com)