Interessanti le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.

Markit Economics ha reso noto che in Francia la stima preliminare dell'Indice IHS PMI Manifatturiero, nel mese di novembre, si e' attestata a 54,6 punti dai 53,6 punti di ottobre (consensus a 53 punti), sui massimi da 2 mesi, ma si conferma un rallentamento nella produzione. Accelera invece la crescita delle attività dei servizi, con l'indice IHS PMI Servizi a 56,3 punti dai 54,7 punti di ottobre, sui massimi da 4 mesi.

In Germania Markit Economics ha comunicato che il dato preliminare relativo all'Indice IHS PMI manifatturiero di novembre si è attestato a 57,6 punti inferiore alla lettura precedente pari a 57,8 punti (consensus 56,9 punti). Migliora il settore dei servizi con l'indice IHS PMI servizi a 53,4 punti dai 52,4 punti di ottobre (consensus 51,5 punti), su livelli minimi da 2 mesi. L'indice PMI Composito passa a 52,8 punti da 52 punti.

Dopo la scivolata di ottobre che ha toccato i valori minimi in sei mesi, la stima flash PMI® di novembre ha indicato un'accelerazione della crescita dell'attività dell'eurozona. Il rilancio è stato accompagnato da un nuovo forte aumento mensile delle pressioni inflazionistiche, visto che sia i costi sostenuti dalle aziende monitorate che i prezzi medi di vendita di beni e servizi sono aumentati a livelli record. Malgrado il tasso di creazione occupazionale abbia toccato il secondo valore più alto in più di 21 anni, con le aziende intente a soddisfare la crescente domanda, l'ottimismo sulle previsioni future è sprofondato ai minimi in dieci mesi a causa di nuove preoccupazioni sul Covid-19 e dei persistenti problemi sulla fornitura. Per la prima volta dopo quattro mesi, l'Indice principale IHS Markit PMI® Composito dell'Eurozona di novembre è aumentato segnando 55,8 da 54,2 di ottobre, secondo quanto riportato dalla lettura 'flash'. Nonostante abbia indicato un miglioramento del tasso di crescita dai minimi in sei mesi di ottobre e pur restando superiore a 53,0 (media di lungo termine dell'indagine precedente alla pandemia), il valore medio di questo quarto trimestre segna al momento 55,0, dato questo decisamente inferiore alla media del terzo trimestre di 58,4. Ciò indica un indebolimento della crescita economica in questo trimestre finale del 2021.

Nel Regno Unito Markit Economics ha comunicato che a novembre la stima flash dell'Indice IHS PMI Manifatturiero si attesta a 58,2 punti in crescita dai 57,8 di ottobre risultando superiore alle attese (56,3 punti). L'indice IHS PMI servizi è atteso a 584,6 punti in calo dalla precedente rilevazione pari a 59,1 punti.

Diminuiscono i depositi overnight presso la Bce. L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 765,091 miliardi di euro, dai 767,795 miliardi della lettura precedente. Fermi a 3 milioni di euro i prestiti marginali.

Spread BTP/Bund a 127 punti base nel pomeriggio. Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta all'1,03%.

Titoli di Stato tedeschi in calo. Il Bund future di dicembre 2021 scende a 170,99 punti (-0,45%) ed il Bobl future si attesta a 135,20 punti (-0,13%).

(CC - www.ftaonline.com)