La Borsa di New York ha aperto la prima seduta della settimana in ribasso. Il Dow Jones cede lo 0,3%, l'S&P 500 lo 0,7% ed il Nasdaq Composite l'1,4%.
Mentre la guerra in Ucraina rimane per il momento sullo sfondo, gli investitori aspettano con attenzione le prossime mosse degli istituti centrali, in particolare la decisione della Banca centrale europea (Bce) attesa per giovedì 14 aprile. Riflettori anche sui dati dell'inflazione Usa di marzo, mentre le elezioni in Francia, che vedono una crescita significativa dell'estrema destra, sono l'ennesimo fattore ribassista: una vittoria alle presidenziali di Marine Le Pen rappresenterebbe uno choc per l'Europa paragonabile al referendum del 2016 sulla Brexit.
Tra i titoli in evidenza Kb Home +2,5%. Il gruppo delle costruzioni ha approvato un programma di acquisto di azioni proprie da 300 milioni di dollari.
American Express -1%. Jp Morgan ha tagliato il rating sul titolo del colosso delle carte di credito a "neutral" da "overweight".
Teck Resources -3%. Il gruppo minerario ha annunciato vendite di carbone per l'industria dell'acciaio nel primo trimestre pari a 6 milioni di tonnellate, inferiori alle previsioni fissate a 6,1-6,5 milioni di tonnellate
Moderna -0,1%. Il gruppo biotech ha richiamato oltre 700 mila dosi di vaccino anti Covid in Europa per il rischio di contaminazione.
Datto Holding +20%. Kaseya ha messo sul piatto 6,2 miliardi di dollari (35,50 dollari per azione) per l'acquisto del fornitore di soluzioni software e tecnologiche basate sul cloud.

(RV - www.ftaonline.com)