La Borsa di New York ha aperto la seduta debole alla vigilia delle decisioni della Fed in tema di politica monetaria. Dow Jones e S&P 500 cedono lo 0,1% mentre il Nasdaq Composite perde lo 0,3%.
Tra i titoli in evidenza Western Digital +12%. Il fondo attivista Elliott Investment Management ha chiesto alla società specializzata in soluzioni per lo storage di dati di separare il business delle memorie Flash.
Expedia -12%. Il leader nelle prenotazioni turistiche online ha registrato nel primo trimestre ordinativi lordi inferiori alle attese a 24,41 miliardi di dollari contro i 25,89 miliardi del consensus FactSet.
Tyson Foods -4%. Piper Sandler ha tagliato il rating sul titolo del gruppo alimentare a "underweight" da "neutral".
Estee Lauder -4%. Il gruppo dei cosmetici ha peggiorato l'outlook a causa dell'evoluzione della pandemia in Cina e della guerra in Ucraina. L'utile per azione adjusted è ora atteso tra 7,05 e 7,15 dollari da 7,43-7,58 dollari della precedente guidance.
Sul fronte macroeconomico gli ordini industriali, secondo quanto comunicato dallo U.S. Department of Commerce (il ministero del Commercio di Washington), sono cresciuti a marzo del 2,2% mensile, contro lo 0,1% della lettura finale di febbraio (1,5% l'incremento di gennaio) e il progresso dell'1,0% del consensus di Dow Jones Newswires e The Wall Street Journal. Gli ordinativi all'industria, escludendo il settore dei trasporti, sono invece saliti del 2,5% contro il precedente rialzo dell'1,0% (1,2% la crescita di gennaio).
Secondo quanto comunicato dallo U.S. Deparment of Labor (il ministero del Lavoro di Washington), in marzo i posti di lavoro disponibili conteggiati nel Job Openings and Labor Turnover Survey (Jolts) sono saliti a 11,549 milioni, contro gli 11,344 milioni della lettura finale di febbraio (11,283 milioni in gennaio) e gli 11,200 milioni del consensus di Dow Jones Newswires e The Wall Street Journal.

(RV - www.ftaonline.com)