La Borsa di New York ha aperto l'ultima seduta della settimana senza grandi variazioni dopo la pubblicazione del deludente dato sull'occupazione che ha annullato l'effetto positivo dell'accordo al Congresso per l'estensione del tetto del debito federale fino a dicembre. Dow Jones e Nasdaq Composite cedono lo 0,1%, piatto l'S&P 500.
Tra i titoli in evidenza Chubb Limited +1%. Il gruppo assicurativo ha siglato un accordo per l'acquisto delle attività di Cigna Corporation in Indonesia, Corea del Sud, Nuova Zelanda, Taiwan, Thailandia e a Hong Kong. Chubb rileverà anche l'interesse di Cigna in una joint venture in Turchia. Il colosso con sede in Svizzera pagherà complessivamente 5,75 miliardi in contanti per gli asset.
JB Hunt Transport Services -0,2%. Jp Morgan ha tagliato il rating sul titolo del gruppo dei trasporti e della logistica a "underweight" da "neutral".
Lamb Weston -3%. Il produttore di patatine fritte surgelate ha comunicato risultati per il primo trimestre inferiori rispetto alle attese e ha peggiorato la guidance sull'intero esercizio. Lamb Weston ha dichiarato di attendersi una crescita delle vendite nette nell'anno fiscale 2022 superiore al target di lungo periodo di singola cifra bassa. Il consensus di Reuters era però per un rimbalzo del 12,4% annuo. Nel primo trimestre i profitti netti sono crollati da 89,3 milioni di dollari, pari a 61 centesimi per azione, a 29,8 milioni, e 20 centesimi, contro i 38 centesimi attesi dagli analisti. Le vendite nette sono invece cresciute del 13% annuo a 984,2 milioni, anche in questo caso, però, sotto agli 1,0 miliardi del consensus.
Sul fronte macroeconomico il Dipartimento del Lavoro ha reso noto che nel mese di settembre i nuovi posti di lavoro, nei settori non agricoli, sono cresciuti di 194 mila unita' dopo l'incremento di 366 mila unità nella rilevazione precedente (rivisto da 235 mila unità). Le attese erano fissate su un incremento di 500 mila unità. Il tasso di disoccupazione si attesta al 4,8%, inferiore alla rilevazione precedente pari al 5,2% e alle attese (+5,1%). Cresce dello 0,6% il salario orario medio mensile risultando superiore alla rilevazione di agosto (+0,4%) e alle attese (+0,4%). Su base annua le retribuzioni crescono al ritmo del 4,6% dal +4,0% del dato precedente.

(RV - www.ftaonline.com)