La Borsa di New York ha chiuso l'ultima seduta della settimana in rialzo sostenuta dai tecnologici e da J&J. Il Dow Jones ha guadagnato lo 0,50%, l'S&P 500 lo 0,72% ed il Nasdaq Composite l'1%.
Tra i titoli in evidenza Johnson & Johnson +1,15%. Il colosso farmaceutico e dei beni di consumo ha annunciato un programma per lo scorporo della divisione "consumer health".
Farfetch +17,81%. La piattaforma di e-commerce specializzata in moda ha avviato trattative avanzate per l'ingresso nel capitale con una quota di minoranza in Yoox net a porter (attualmente controllata da Richemont).
Hewlett Packard Enterprise Company -8,34%. Goldman Sachs ha tagliato il rating sul titolo del gruppo dei servizi cloud a "sell".
Luminar Technologies -1,90%. Il gruppo dei sensori per la guida autonoma ha chiuso il terzo trimestre con un giro d'affari inferiore alle attese.
Sul fronte macroeconomico l'indagine JOLTS (Job Openings and Labor Turnover Survey) segnala che le posizioni lavorative ricercate dai datori di lavoro a settembre si sono attestate a 10,438 milioni, inferiori ai 10,629 milioni di agosto (rivisto da 10,439 milioni unità) ma superiori ai 10,300 milioni attesi dagli economisti.
La stima preliminare di novembre dell'indice di fiducia dei consumatori statunitensi, calcolato dall'Università del Michigan e da Reuters, si attesta a 66,8 punti, risultando inferiore alle previsioni degli addetti ai lavori, pari a 72,4 punti, e alla lettura precedente, pari a 71,4 punti.
L'indice sulle aspettative future è sceso a 62,8 punti da 67,9 precedenti (attese 70 punti).
Nell'arco della settimana il Dow Jones ha perso lo 0,63%, l'S&P 500 lo 0,31% ed il Nasdaq Composite lo 0,69%.

(RV - www.ftaonline.com)