La Borsa di New York ha chiuso la prima seduta della settimana e del mese di marzo in deciso rialzo grazie all'approvazione nel weekend da parte della U.S. House of Representatives (la Camera di Washington) del pacchetto di aiuti da 1.900 miliardi voluto dal nuovo presidente Joe Biden. Il Dow Jones ha guadagnato l'1,95%, l'S&P 500 il 2,38% ed il Nasdaq Composite il 3,01%.
Tra i titoli in evidenza Johnson & Johnson +0,59%. Le autorità Usa hanno autorizzato l'utilizzo d'emergenza del vaccino anti Covid-19 sviluppato da colosso farmaceutico e dei beni di consumo, il primo sul mercato a dose singola. J&J prevede di distribuire 20 milioni di dosi entro la fine di marzo e 100 milioni di dosi entro metà anno.
Berkshire Hathaway +3,48%. La conglomerata del Nebraska ha quasi dimezzato i profitti nel 2020, da 81,4 a 42,5 miliardi di dollari. Nel quarto trimestre, però, il dato segna un progresso su base annua da 29,2 a 35,8 miliardi (nei tre mesi i ricavi sono invece scesi da 65,37 a 64,38 miliardi di dollari). Il 2020 è stato per altro condizionato significativamente da un errore, ammesso dal chairman Warren Buffett, quello su Precision Castparts Corporation (Pcc), acquisita a inizio 2016 per 37,2 miliardi di dollari e che ha comportato svalutazioni per 11 miliardi di dollari.
Royal Caribbean -2,10%. Il gruppo delle crociere ha collocato azioni per 1,5 miliardi di dollari.
Perrigo +4,98%. Il gruppo farmaceutico ha annunciato la vendita del business dei "generici" per 1,55 miliardi di dollari.
Sul fronte macroeconomico l'Institute for Supply Management ha reso noto che l'Indice ISM Manifatturiero, nel mese di febbraio, si è attestato a 60,8 punti dai 58,7 punti del mese precedente. Il dato è risultato superiore alle attese degli analisti che avevano stimato un valore dell'indice pari a 58,8 punti.
Il Census Bureau reso noto che la spesa per le costruzioni e' cresciuta del'1,7% a gennaio dopo essere aumentata dell'1,1% a dicembre (dato rivisto da +1%), risultando superiore alle attese degli economisti fissate su un aumento dello 0,8%.

(RV - www.ftaonline.com)