Borse europee negative

Le principali Borse europee hanno aperto l'ultima seduta della settimana in ribasso sui timori per una recessione innescata dalla stretta monetaria della Federal Reserve (Fed).

Le principali Borse europee hanno aperto l'ultima seduta della settimana in ribasso sui timori per una recessione innescata dalla stretta monetaria della Federal Reserve (Fed). Il Dax di Francoforte cede l'1%, il Cac40 di Parigi lo 0,7%, il Ftse100 di Londra lo 0,5% e l'Ibex35 di Madrid lo 0,5%.Negli Usa l'inflazione non ha dato segnali di significativo rallentamento: in maggio il Pce Price Index (metrica privilegiata dalla Fed) è cresciuto del 6,3% annuo come in aprile mentre il Core Pce Price Index (al netto di alimentari ed energia) è salito del 4,7% annuo, contro il 4,9% di aprile. Oggi alle 11 ora italiana sarà pubblicato il dato preliminare di giugno sui prezzi al consumo nella zona euro (atteso +8,4% su anno).Forti vendite sul settore dei semiconduttori dopo il debole outlook della statunitense Micron Technology. ASML cede il 3%, STM il 3% ed Infineon il 4%.Tra i titoli in evidenza Sodexo +3%. Il gruppo della ristorazione collettiva ha chiuso il terzo trimestre con un giro d'affari superiore alle attese a 5,52 miliardi di euro contro i 5,33 miliardi del consensus.Novartis -1%. Secondo quanto riportano fonti citate da Bloomberg, il colosso farmaceutico lavora al collocamento di Sandoz, sussidiaria attiva nei farmaci generici. Spin-off e Ipo sembrano essere diventati l'opzione più percorribile per Sandoz, visto che la difficile congiuntura per i leveraged buyout rende più difficile una vendita ai private equity. In febbraio sempre Bloomberg aveva indicato che Blackstone e Carlyle stavano preparando un'offerta congiunta su Sandoz, la cui valutazione potrebbe arrivare a 25 miliardi di dollari.

(RV - www.ftaonline.com)