Le principali Borse europee hanno aperto la seduta in rialzo dopo il sell-off di ieri innescato dai timori per il collasso del big delle costruzioni China Evergrande ed in attesa delle decisioni del meeting del Federal Open Market Committee (Fomc, la commissione della Federal Reserve che si occupa di politiche monetarie), previste sempre per mercoledì 22 settembre.
L'indice Stoxx 600 guadagna lo 0,6%, il Dax di Francoforte lo 0,9%, il Cac40 di Parigi lo 0,7%, il Ftse100 di Londra lo 0,9% e l'Ibex35 di Madrid lo 0,9%.
Tra i titoli in evidenza Universal Music Group +37% al debutto alla Borsa di Amsterdam.
Royal Dutch Shell +2%. Il gruppo petrolifero ha raggiunto l'accordo per la vendita di tutti gli interessi detenuti nel Permian Basin, il maggiore giacimento petrolifero in Usa. A comprare per 9,5 miliardi di dollari in contanti è ConocoPhillips. La big oil anglo-olandese ha sottolineato che circa 7 miliardi derivanti dalla vendita verranno restituiti agli investitori. Shell acquisito gran parte degli asset nel Permian da Chesapeake Energy nel 2012 per meno di 2 miliardi.
Swatch -0,5%. Secondo quanto comunicato dalla Fédération de l'industrie horlogère suisse (Fh, l'associazione di settore con sede a Biel), in agosto l'export di orologi dalla Svizzera è rimasto sostanzialmente invariato rispetto all'agosto del 2019 (dopo il progresso del 7,9% di luglio), attestandosi a 1,52 miliardi di franchi (1,40 miliardi di euro).
Pernod Ricard +0,8%. Il gruppo delle bevande alcoliche ha annunciato di aver siglato un accordo per l'acquisto della società specializzata nella vendita online The Whisky Exchange. Non è stato comunicato l'importo dell'operazione.
Atos -0,8%. S&P Global Ratings ha tagliato il rating del gruppo dei servizi IT a "BBB-" da "BBB+" con outlook stabile.

(RV - www.ftaonline.com)