Le principali Borse europee hanno aperto la prima seduta della settimana in ribasso. L'indice Stoxx 600 cede lo 0,5%, il Dax30 di Francoforte lo 0,4%, il Cac40 di Parigi lo 0,7%, il Ftse100 di Londra lo 0,7% e l'Ibex35 di Madrid lo 0,8%.
Protagonista in negativo rimane la Federal Reserve (Fed). A spaventare gli investitori sono state le dichiarazioni di James Bullard, president della Fed di St. Louis, secondo cui un aumento dei tassi d'interesse Usa potrebbe arrivare già nel 2022. Martedì il chairman Jerome Powell parlerà davanti al Congresso ma sono diversi i rappresentanti della Fed con speech programmati per questa settimana.
Tra i titoli in evidenza Wm Morrison Supermarkets +30%. Il retailer britannico ha comunicato di avere ricevuto un'offerta non sollecitata di 5,52 miliardi di sterline (6,42 miliardi di euro) in contanti da parte del private Usa Clayton, Dubilier & Rice. La proposta, "altamente condizionata ma non vincolante", è stata respinta dal board del quarto maggiore operatore di supermarket di Gran Bretagna per vendite (dopo Tesco, Sainsbury's e Asda) perché "sottovaluta significativamente" la società e le sue prospettive future. Clayton, Dubilier & Rice, che aveva messo sul piatto 230 pence per azioni, secondo le normative britanniche sui takeover ha tempo fino al 17 luglio per formalizzare la sua offerta.
Air Liquide +1%. Jp Morgan ha alzato il rating sul titolo del produttore di gas industriali e per uso medico a "overweight" da "neutral".
Vivendi +0,4%. Il colosso media ha comunicato di avere siglato l'accordo con William Ackman per la cessione del 10% del capitale di Universal Music Group (Umg), l'etichetta discografica di artisti del calibro di Lady Gaga e Billie Eilish. L'acquisto sarà realizzato attraverso la Spac (special purpose acquisition company) Pershing Square Tontine Holdings, quotata al Nyse, per una valutazione di Umg di 35 miliardi di euro. Vivendi ha confermato anche l'Ipo di Umg ad Amsterdam per fine settembre.

(RV - www.ftaonline.com)