Le principali Borse europee hanno aperto la prima seduta della settimana piatte. Nonostante il comunque positivo dato sulla bilancia commerciale di Pechino, gli investitori restano cauti per i possibili ulteriori stop alla produzione in Cina a causa delle misure di contenimento della pandemia, che potrebbero frenare anche i consumi. Dall'altra parte del Pacifico, invece, cruciale sarà il dato sull'inflazione Usa, che sarà pubblicato mercoledì 10 novembre.
Tra i titoli in evidenza Richemont +3%. Secondo Miss Tweed, l'hedge fund Third Point avrebbe rilevato una partecipazione nel colosso del lusso.
Siemens Gamesa +3%. Il produttore di turbine eoliche prevede di raggiungere un Ebit margin positivo nel 2022 dopo il -0,9% del 2021 ed il -2,5% del 2020.
Bouygues -3%. Il gruppo francese ha comunicato di avere raggiunto l'accordo per acquisire il 100% della divisione Equans della connazionale Engie per 7,1 miliardi di euro. Equans fornisce servizi tecnici per il settore dell'energia. In seguito all'integrazione il business diventerà il principale della conglomerata transalpina, con ricavi stimati nell'ordine dei 16 miliardi l'anno (e una forza lavoro di 96.000 addetti).
Swisscom -0,5%. Hsbc ha tagliato il rating sul titolo del gruppo delle telecomunicazioni a "hold" da "buy".
Henkel -5%. Il gruppo chimico e dei beni di consumo ha abbassato la previsione sulla redditività per il 2021.
Sul fronte macroeconomico in Svizzera, secondo quanto comunicato dalla Segreteria di Stato dell'economia (Seco), in ottobre il tasso di disoccupazione è calato al 2,5% contro il 2,6% atteso dagli economisti per una lettura invariata rispetto a settembre (2,7% in agosto). Su base rettificata stagionalmente la disoccupazione è invece scesa al 2,7% contro il 2,8% precedente e del consensus (2,9% in agosto).

(RV - www.ftaonline.com)