Le principali Borse europee hanno aperto la prima seduta della settimana in rialzo. L'indice Stoxx 600 guadagna lo 0,3%, il Dax di Francoforte lo 0,2%, il Cac40 di Parigi lo 0,3%, il Ftse100 di Londra lo 0,3% e l'Ibex35 di Madrid lo 0,7%.
Sotto i riflettori è soprattutto l'andamento della pandemia di coronavirus in Europa, con il ritorno in molti Paesi di restrizioni finalizzate al contenimento della nuova ondata di contagi. L'attenzione degli investitori è rivolta anche alla possibile accelerazione nel tapering da parte della Federal Reserve, come ipotizzato dal membro del Board of Governors Christopher Waller.
Tra i titoli in evidenza Vivendi +2,8%. Il fondo KKR intende lanciare una offerta pubblica di acquisto sul 100% di TIM ad un prezzo indicativo di 0,505 euro per azione. Il gruppo media è il primo azionista del gruppo telecom italiano.
Deutsche Bank -0,7%. Il gruppo bancario tedesco ha annunciato la nomina dell'olandese Alexander Wynaendts come prossimo chairman. Rimpiazzerà l'austriaco Paul Achleitner, in carica dal 31 maggio 2012. La nomina di Wynaendts, chief executive e chairman di Aegon dal 2008 al 2020, sarà sottoposta al voto dell'assemblea annuale degli azionisti dell'istituto tedesco nel maggio 2022.
Marks and Spencer Group +3%. Secondo The Sunday Times, il retailer britannico sarebbe finito nel mirino della società di investimento Apollo Global Management.
Vestas Wind Systems -2%. Il produttore di turbine eoliche ha subito un attacco informatico che ha compromesso alcuni dati.
Ubs Group +0,2%. La banca svizzera ha ha comunicato la nomina da parte del board di Colm Kelleher come prossimo chairman e di Lukas Gähwiler come suo vice (quest'ultimo al posto di Jeremy Anderson che continuerà nel ruolo di senior independent director e membro non esecutivo del board). L'irlandese Kelleher, dal 1989 al 2019 in Morgan Stanley (per cui è stato tra l'altro responsabile del wealth management), prenderà il posto di Axel Weber che lascerà in occasione dell'annuale assemblea degli azionisti prevista per il 6 aprile 2022, avendo raggiunto il limite di dieci anni di mandato.

(RV - www.ftaonline.com)