Brunetta: sto dalla parte dei cittadini

A giorni pubblichero' nomi e stipendi di amministratori P.A.

(ANSA) - MILANO, 1 GIU -''Io sto dalla parte dei cittadini, non con i perbenisti,i radical-chic,gli Scalfari e i Magris che mi hanno molto criticato'',dice Brunetta. Il ministro della funzione pubblica ricorda che ''lo stato costa 300 mld all'anno e i salari pubblici 192 mld'' e che ''c'e' un margine di produttivita' inespressa almeno del 50%'' e annuncia che il suo ministero pubblichera' a giorni i nomi e i relativi stipendi di amministratori delle societa' municipalizzate ed ex municipalizzate, controllate dalla P-A. Presentando la 16/a edizione del Compa,il salone europeo della comunicazione pubblica che aprira' il 3 novembre nei padiglioni di Rho-Pero a Fiera Milano, il ministro Brunetta chiarisce di essere ''un autodidatta nella comunicazione: a volte uso parole forti, come quando ho parlato di poliziotti panzoni, ma sto dalla parte dei cittadini, basta con l'ipocrisia delle cose che non si possono dire''. A suo avviso ''nel back office del sistema della sicurezza c'e' troppa burocrazia che impedisce di stare sulla strada a fare prevenzione''. A chi gli chiede se sia necessaria una 'cura Brunetta' anche per la burocrazia europea, il ministro risponde': ''La burocrazia europea di solito funziona, e' pagata bene e funziona. Tanto piu' sensibilita' c'e' negli Stati nazionali, rispetto all'Europa, tanto piu' l'Europa sara' utile per noi. Ma l'Europa purtroppo non e' ancora dentro le nostre teste e nostri cuori, se non quando c'e' la crisi; allora si invoca l' Europa. Poi quando si fanno le campagne elettorali-conclude- prevalgono i temi nazionali''. (ANSA).