Brusco calo per Banco BPM dopo la mancata rottura giovedì a 2,67 della media esponenziale a 50 giorni, con i prezzi che sono scesi in area 2,53 a testare la trend line rialzista disegnata dal minimo di settembre. Sotto questo supporto il ribasso in atto dal picco di giugno rischia di estendere almeno fino a 2,30 euro. Oltre 2,67 le tensioni ribassiste si allenterebbero, possibili movimenti verso 2,80 e 2,96 euro.

(AM - www.ftaonline.com)