Buona performance per Webuild in avvio di ottava. Secondo indiscrezioni del sito MEED il gruppo italiano è stato selezionato per la realizzazione di un parcheggio seminterrato da 11 mila posti auto nell'ambito del progetto Diriyah Gate a Riyad (capitale dell'Arabia Saudita), il Diriyah Square - Package 2 Super-Basement Works, sviluppato su tre livelli e tutto in sotterraneo. Il nuovo contratto è da €940 circa milioni (IVA inclusa). Il parcheggio è parte del Diriyah Gate Development, l'ambizioso progetto di sviluppo urbano di Ad Diriyah, quartiere storico di Riyad e patrimonio UNESCO, che punta a combinare opportunità di sviluppo socioeconomico con il rispetto dell'identità culturale del territorio. Il contratto aggiudicato al Gruppo Webuild, per il tramite della controllata Salini Saudi Arabia, sarà il cuore di questo intero progetto, prevedendo la realizzazione di opere civili e strutturali, tunnel e opere connesse, del vastissimo parcheggio di snodo del distretto. Il titolo lunedì ha guadagnato il 3,19% andando a terminare a 2,07 euro (massimo intraday a 2,092 euro). I prezzi si muovono lateralmente dal minimo del 30 novembre oscillando tra 1,94 e 2,15 euro circa. Venerdì le quotazioni hanno testato con i massimi di quota 2,15 euro la trend line ribassista disegnata dal top del 13 agosto subendo poi un ribasso. La rottura di area 2,15 permetterebbe di considerare la citata fase laterale un "tripli minimo", figura rialzista che con il suo completamento aprirebbe la strada a movimenti verso i 2,35 euro almeno. Resistenza successiva sul massimo di agosto a 2,46 euro. Sotto la base della fase laterale, a 1,94 euro, la stessa si dimostrerebbe un "rettangolo", figura di continuazione della tendenza ribassista precedente, target a 1,75 euro. Sotto quei livelli supporto a 1,66, base del gap del 15 marzo 2021.

(AM - www.ftaonline.com)