Campari +4,3% tocca a 10,3850 euro il nuovo massimo storico dopo la pubblicazione dei risultati del primo trimestre. I dati sono in crescita rispetto allo stesso periodo del 2020 ma l'elemento che ha fatto scattare gli acquisti è che sono nettamente superiori alle attese. I ricavi si attestano a 397,9 milioni di euro (variazione organica +12,1% a/a, consensus Bloomberg 356,4), l'EBITDA adjusted a 87,6 milioni (+7,0% a/a, consensus 72,1), l'EBIT adjusted a 68,5 milioni (+6,7% a/a, consensus 55,7), il risultato netto pre-tasse a 64,8 milioni (30,6 un anno fa, consensus 49,8).

*Per il 2021 il CEO Bob Kunze-Concewitz prevede "che il buono stato di salute dei brand permanga, *alimentato da sostenuti investimenti di marketing, che sono previsti accelerare nella stagione di punta degli aperitivi, oltre che da una graduale riapertura del canale on-premise e dalla continua crescita del canale e-commerce". Inoltre il manager annuncia il lancio "della divisione RARE, un nuovo approccio dedicato al segmento degli spirit di alta gamma", con "l'obiettivo di conquistare operatori del settore e consumatori di fascia elevata nel mercato degli spirit super premium e oltre".

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)