Bank of Canada conferma come previsto i tassi di riferimento sui prestiti overnight allo 0,25% (dopo averli tagliati in tre occasioni di 50 punti base nel marzo 2020). L'istituto centrale di Ottawa ha sottolineato che manterrà l'attuale politica monetaria "fino a quando la stagnazione economica non sarà assorbita così da raggiungere in modo sostenibile l'obiettivo d'inflazione del 2%". In aprile Bank of Canada aveva previsto che ciò possa accadere nella seconda metà del 2022. Sempre in aprile l'istituto aveva ridotto da 4 a 3 miliardi di dollari canadesi (da 2,71 a 2,03 miliardi di euro) la settimana gli acquisti di debito pubblico. Secondo Bloomberg potrebbe arrivare un'ulteriore riduzione a 2 miliardi in luglio e a 1 miliardo con l'inizio del 2022. Bank of Canada ha sottolineato che il piano di stimolo dovrà essere azzerato prima che si valuti un aumento dei tassi d'interesse.

(RR - www.ftaonline.com)