CarMax peggiore dell'S&P 500 su profitti sotto al consensus

CarMax ha chiuso con un crollo del 12,63% giovedì al Nyse (in quella che è stata ampiamente la peggiore performance dell'S&P 500), dopo che il maggiore rivenditore Usa di automobili usate ha comunicato risultati per il secondo trimestre del suo esercizio (chiuso lo scorso 31 agosto) segnati dal recordi dei ricavi, rimbalzati del 48,7% annuo a 8,0 miliardi di dollari, ampiamente sopra ai 6,9 miliardi stimati dagli analisti.

CarMax ha chiuso con un crollo del 12,63% giovedì al Nyse (in quella che è stata ampiamente la peggiore performance dell'S&P 500), dopo che il maggiore rivenditore Usa di automobili usate ha comunicato risultati per il secondo trimestre del suo esercizio (chiuso lo scorso 31 agosto) segnati dal recordi dei ricavi, rimbalzati del 48,7% annuo a 8,0 miliardi di dollari, ampiamente sopra ai 6,9 miliardi stimati dagli analisti. I profitti rettificati sono però calati da 1,79 a 1,72 dollari per azione, contro gli 1,90 dollari del consensus di Refinitiv. Anche la crescita a perimetro costante delle vendite ha deluso: 6,2% annuo contro il 7,3% atteso da Wall Street.

(RR - www.ftaonline.com)