Cattolica Assicurazioni, +7,2% a 6,72 euro, balza a ridosso del prezzo offerto da Generali -1,1% nell'operazione di acquisto di almeno il 5,3279% del capitale, pari a massimi 6,75 euro per azione. L'operazione, condotta da Equita SIM attraverso una procedura di reverse accelerated book-building, si è conclusa con l'acquisto del 6,834%. Generali (che già aveva l'84,475% di Cattolica) è arrivare quindi al 91,506%: detenendo un partecipazione superiore al 90% e non intendendo ripristinare il flottante, Generali dovrà obbligatoriamente acquistare tutte le azioni dagli azionisti che ne facciano richiesta. Sopra il 95% Generali si è già impegnata all'OPA residuale.

(SF - www.ftaonline.com)