Cellularline, +17,1% a 4,10 euro, scatta in avanti dopo che Esprinet -0,2% ha comunicato al cda "una manifestazione di interesse non vincolante volta a promuovere, direttamente o indirettamente tramite una società di diritto italiano da essa interamente posseduta, un'offerta pubblica di acquisto volontaria avente ad oggetto la totalità delle azioni ordinarie di Cellularline, finalizzata al delisting". Il prezzo proposto è di 4,41 euro per azione, +27,5% sulla chiusura di venerdì e +18% sulla media ponderata degli ultimi tre mesi.

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)