Come anticipato da Bloomberg, Clayton Dubilier & Rice rilancia la sua offerta su Wm Morrison Supermarkets (Morrisons), dopo che la precedente, non sollecitata, era stata respinta in giugno dal board del quarto maggiore operatore di supermarket di Gran Bretagna per vendite (dopo Tesco, Sainsbury's e Asda). Il private Usa ha alzato da 230 a 285 pence per azione la sua proposta, per una valutazione di Morrisons di circa 7 miliardi di sterline (8,2 miliardi di euro). Proposta che è già stata approvata dal board della preda, che a inizio luglio aveva invece accettato quella rivale da 254 pence presentata attraverso Oppidum Bidco dal consorzio guidato da Fortress Investment Group, cui partecipano anche Canada Pension Plan Investment Board (Cppib, fondo previdenziale canadese), Cambourne Life Investment e Koch Real Estate Investments. Dopo che alcuni dei maggiori investitori avevano ritenuto l'offerta inadeguata, una decina di giorni fa Fortress aveva rilanciato a 272 pence, per una valutazione di Morrisons di 6,7 miliardi di sterline (7,8 miliardi di euro). Morrisons aveva chiuso in declino dello 0,45% giovedì a Londra, a 279,84 pence di valore.

(RR - www.ftaonline.com)