Wm Morrison Supermarkets (Morrisons) ha comunicato di avere ricevuto un'offerta non sollecitata di 5,52 miliardi di sterline (6,42 miliardi di euro) in contanti da parte del private Usa Clayton, Dubilier & Rice. La proposta, "altamente condizionata ma non vincolante", è stata respinta dal board del quarto maggiore operatore di supermarket di Gran Bretagna per vendite (dopo Tesco, Sainsbury's e Asda) perché "sottovaluta significativamente" la società e le sue prospettive future. Clayton, Dubilier & Rice, che aveva messo sul piatto 230 pence per azioni, secondo le normative britanniche sui takeover ha tempo fino al 17 luglio per formalizzare la sua offerta. Wm Morrison aveva chiuso in declino dell'1,79% venerdì a Londra (a 178,45 pence di valore), sostanzialmente in linea con la flessione dell'1,90% del Ftse 100.

(RR - www.ftaonline.com)