Corte Conti: corruzione PA e' una tassa immorale

Magistratura contabile stima che possa superare i 60mld l'anno

(ANSA) - ROMA, 25 GIU - La corruzione all'interno della P.A. e' un fenomeno ''rilevante e gravido di conseguenze in tempi di crisi'', per la Corte dei Conti. La magistratura contabile ritiene che possa superare 50-60 miliardi di euro l'anno, come stima il Servizio anti-corruzione e trasparenza del ministero della pubblica amministrazione. Si tratta - dice il procuratore generale - Furio Pasqualucci di ''una vera e propria tassa immorale ed occulta pagata con i soldi prelevati dalle tasche dei cittadini''.