Crédit Agricole Italia ("CAI" o l'"Offerente") ha lanciato un'offerta pubblica di acquisto volontaria (l'"Offerta") avente ad oggetto n. *4.159.603 azioni *ordinarie della propria controllata *Crédit Agricole FriulAdria *(rispettivamente, le "Azioni" e "CA FriulAdria" o l'"Emittente"), mediante pubblicazionein data odierna del comunicato previstodall'art. 102, comma 1, del D.Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 (il "TUF"), nonché dall'art. 37 del Regolamento adottato dalla Consob con delibera n. 11971 del 14 maggio 1999 (il "Regolamento Emittenti"e il "Comunicato").

Per ogni informazione relativa all'Offerta si rinvia al Comunicato disponibile, tra l'altro, sul sito internet dell'Offerente all'indirizzo https://gruppo.credit-agricole.it/opa-ca-friuladria, nonché al documento relativo all'Offerta previsto dall'art. 102, comma 4, del TUF (il "Documento d'Offerta") e destinato alla pubblicazione a seguito di approvazione della Consob. Si rinvia, quindi, al Documento d'Offerta per una completa descrizione e valutazione dell'Offerta.

Con questa operazione:

  • In coerenza con la vocazione di banca vicina al territorio e quale segnale di attenzione verso i clienti che sono anche soci, CAI ha deciso di promuovere l'Offerta al fine di garantire agli azionisti di CA FriulAdria la possibilità di monetizzare ad un prezzoconvenienteil proprio investimento.

  • Crédit Agricole Italia offre un corrispettivo in denaro fino a massimi Euro 40 per azione costituito da: (i) una componente immediata pari ad Euro 35 per azione, che sarà corrisposta alla data di regolamento dell'offerta; e (ii) una componente differita pari ad Euro 5 per azione, che sarà corrisposta dopo tre anni e a condizione che l'aderente all'offerta mantenga determinati requisiti.

  • Considerando sia la componente immediatasia quella differita, il corrispettivo massimocomplessivoincorpora un premio del 37,9% rispetto all'ultimo prezzo di mercato dell'azione; la sola componente immediata incorpora un premio del 20,7% rispetto all'ultimo prezzo di mercato dell'azione.

  • L'Offerta rientra nel percorso di banca unica avviato dal Gruppo con le precedenti banche acquisite e prevede la successiva integrazione di CA FriulAdria in CAIentro il secondo semestre 2022.

  • Si segnala, infine, che, in considerazione dell'Offerta, della scarsa liquidità che comunque caratterizza le Azioni e della prospettata Fusione, si intende fare sì che venga richiesta la revoca delle Azioni dalla negoziazione sul Hi-MTF una volta terminata l'Offerta. Ad esito di ciò, le Azioni non sarebberonegoziate su alcun mercato o sistema multilaterale e potranno essere più difficilmente liquidabili.

Tempistiche dell'operazione

Si prevede di portare a compimento l'Offerta entro il terzo trimestre di quest'anno. Crédit Agricole Italia presenterà alla Consob il Documento d'Offerta entro il termine di 20 giorni di calendario dalla data del presente Comunicato. Il Documento d'Offerta sarà pubblicato successivamente alla sua approvazione da parte della Consob.

Il Periodo di Adesione all'Offerta –che, ai sensi dell'art. 40, comma 2, lett. b), del Regolamento Emittenti, sarà concordato con Consob e avrà una durata compresa tra un minimo di 15 e un massimo di 40 giorni di borsa aperta, salvo proroga –inizierà successivamente alla pubblicazione del Documento d'Offerta, in conformità alle previsioni di legge.

Per maggiori dettagli si rinvia al Comunicato.

Ariberto Fassati, Presidente Crédit Agricole Italia, ha commentato: "Crédit Agricole FriulAdria è una parte importante del nostro Gruppo, con un invidiabile radicamento sul territorio e una forte attenzione verso il tessuto socioeconomico del Nordest. L'operazione rappresenta, non solo un'opportunità per tutti i soci di valorizzare le azioni di cui sono in possesso, ma anche un contributo rilevante alla crescita sostenibile del Gruppo stesso, creando valore aggiunto per imprese, famiglie e stakeholder".

Giampiero Maioli, Chief Executive Officer di Crédit Agricole Italia e Head of Crédit Agricole S.A. Group per l'Italia, ha dichiarato: "L'appartenenza ad un grande Gruppo internazionale, ma con radicata presenza territoriale, come Crédit Agricole ci ha resi più solidi, più innovativi, più vicini al cliente. È con questo spirito che lanciamo oggi un'offerta ai soci di CA FriulAdria, che avranno l'occasione di valorizzarele loro azioni con un premio considerevole, grazie ad un cospicuo investimento da parte di Crédit Agricole Italia. Lo facciamo perché crediamo fortemente nel Nordest e nelle sue potenzialità, con l'obiettivo di proseguire nel percorso di crescita sostenibileal servizio del Paese".

Profilo CA FriulAdria

CAFriulAdria è stata costituita a Pordenone nel 1911. Dopo la stagione di sviluppo in Friuli Venezia Giulia, dal marzo del 2007 è entrata a far parte del Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia con l'obiettivo di espandere il proprio presidio territoriale soprattutto in Veneto.

Oggi, con 195 punti vendita equamente distribuiti tra Friuli Venezia Giulia e Veneto, quasi 1.400 collaboratori, il Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia, attraverso CA FriulAdria, rappresenta un punto di riferimento per l'economia e la società locale.

Al 31 dicembre 2020 gli impieghi della Banca presieduta dall'economista Chiara Mio e diretta da Carlo Piana ammontano a 8 miliardi. Le nuove erogazioni nel 2020 hanno sfiorato il miliardo e mezzo di euro, di cui 856 milioni in Veneto e 534 in Friuli VeneziaGiulia.

Da molti anni gli indicatori della qualità del credito si confermano su livelli di eccellenza: l'incidenza dei crediti deteriorati lordi sugli impieghi è del 4.6%, quella dei crediti deteriorati netti è pari al 2%. Sempre al 31 dicembre 2020 la raccolta totale si attesta sui 17 miliardi. Nonostante la pandemia, il bilancio 2020 si è chiuso con un utile netto di 51,3 milioni.

La vocazione di banca di prossimità è testimoniata anche dai recenti progetti avviati sul territorio, come la realizzazione a Padova dell'acceleratore di startup Le Village Triveneto by Crédit Agricole, la collaborazione con l'Associazione del Consorzi di Bonifica del Veneto finalizzata a promuovere un uso sostenibile della risorsa acqua e l'ulteriore rafforzamento della storica partnership con Fondazione Pordenone legge che CA FriulAdria supporta, fin dalla prima edizione, nell'organizzazione del più importante Festival letterario italiano.

Nell'ambito del progetto strategico di banca unica avviato da CAI, l'offerta pubblica diacquisto delle azioni dell'Emittente è prodromica alla successiva integrazione della Banca nel Gruppo entro il secondo semestre del 2022 in coerenza con il percorso intrapreso nel 2007 e oggi reso possibile grazie alle consolidate sinergie costruite nel corso degli anni.

Crédit Agricole in Italia

**Il Gruppo Crédit Agricole, che fa capo a Crédit Agricole SA, controllante di CAI, è il 10° gruppo bancarioal mondo con 10.9 milioni di soci, è presente in 48 Paesi tra cui l'Italia, suo secondo mercato domestico. Qui opera con tutte le linee di business: dalla banca commerciale, al credito al consumo, dal corporate & investment banking al private banking e asset management, fino al comparto assicurativo e ai servizi dedicati ai grandi patrimoni.

La collaborazione tra rete commerciale e linee di business garantisce un'operatività ampia ed integrata a 5,3 milioni di clienti attivi, attraverso più di 1.500 punti vendita e oltre 17.000 collaboratori, con un crescente sostegno all'economia pari a oltre 93 Mld di euro di finanziamenti.

Il Gruppo Crédit Agricole è formato, oltre che dal Gruppo Bancario Crédit Agricole Italiae da Creval, anche dalle società di Corporate e Investment Banking (CACIB), Servizi Finanziari Specializzati (Agos, FCA Bank), Leasing e Factoring (Crédit Agricole Leasing e Crédit Agricole Eurofactor), Asset Management e Asset Services (Amundi, CACEIS), Assicurazioni (Crédit Agricole Vita, Crédit Agricole Assicurazioni, Crédit Agricole Creditor Insurance) e Wealth Management (CA Indosuez Wealth Italy e CA Indosuez Fiduciaria).

(GD - www.ftaonline.com)