Crisi: bozza decreto, riordino enti e proroga blocco sfratti

Decreto milleproroghe potrebbe essere esaminato venerdi in Cdm

(ANSA) - ROMA, 24 GIU - Riordino enti pubblici, proroga blocco sfratti, norme antiriciclaggio: sono alcuni dei temi affrontati nella bozza del decreto anticrisi. Il decreto mille proroghe, che contiene, fra l'altro, la proroga di un anno per far scattare il divieto della commercializzazione delle buste di plastica, modifiche al Testo unico della Finanza e via libera ai trasferimenti di oltre 12.500 euro, potrebbe essere esaminato venerdi' prossime in Consiglio dei Ministri. Il riordino degli enti pubblici statali non economici dovra' avvenire ''entro il termine improcrastinabile del 30 giugno 2010''. E' quanto indica l'art. 1 del decreto milleproroghe che estende al 30 settembre 2009 l'individuazione dei cosiddetti 'enti inutili'. La bozza prevede anche la proroga del blocco degli sfratti dal 30 giugno al 31 dicembre e un decreto legislativo con norme antiriciclaggio. E sempre in tema finanziario, c'e' il via libera a trasferimenti in contanti oltre i 12.500 euro se le parti stabiliscono piu' pagamenti rateali ciascuno inferiore al limite di legge. Infine e' prevista anche una proroga di un anno (dal primo gennaio 2010 al primo gennaio 2011) per far scattare il divieto di commercializzazione ''di sacchi non biodegradabili per l'asporto delle merci'', cioe' i sacchetti di plastica.(ANSA).