Cisco Systems ha toccato un crollo superiore all'8% in after market (la seduta di mercoledì al Nasdaq si era già chiusa in declino dello 0,42%), dopo che il colosso Usa delle infrastrutture di rete ha comunicato per il primo trimestre del suo esercizio profitti sopra al consensus ma anche una guidance per il secondo sotto alle attese di Wall Street. Nei tre mesi allo scorso 30 ottobre Cisco ha registrato un eps di 82 centesimi, contro i 79-81 centesimi della guidance e gli 80 centesimi del consensus di Refinitiv. I ricavi sono invece saliti del 9% annuo a 12,90 miliardi, contro i 12,98 miliardi stimati dagli analisti. Per il trimestre in corso il gruppo di San Jose si attende una crescita delle vendite compresa tra il 4,5% e il 6,5% contro il 7,4% del consensus di Refinitiv.

(RR - www.ftaonline.com)