Il Consiglio di Amministrazione di CrowdFundMe, unica piattaforma di Crowdinvesting quotata su Borsa Italiana, ha approvato in data 28 settembre 2021 la Relazione Finanziaria Semestrale 2021, evidenziando numeri in forte aumento e capacità di generare di cassa.

*PRINCIPALI RISULTATI *

**Il primo semestre 2021 ha segnato un salto di qualità per CrowdFundMe che superata la fase di startup, è riuscita in questi primi sei mesi ad evidenziare una buona generazione di cassa, un considerevole incremento della raccolta e del fatturato oltre che un EBITDA positivo.

La Relazione Semestrale 2021 evidenzia un *Valore della produzione *di 618.064 euro, in crescita del 22% rispetto al risultato dello stesso periodo 2020 (505.269 euro), trainato dalla crescita dei ricavi, passati a 563.881 euro da 445.969.

È in significativo aumento anche la raccolta complessiva (+124%), che passa da circa 6,4 milioni di euro a più di 14 milioni di euro, avvicinandosi al risultato di tutto il 2020 (17,4 milioni di euro) e sovraperformando il mercato (+117% nel primo semestre 2021, da 40 milioni a 87 milioni di euro secondo i dati di Crowdfunding Buzz). CrowdFundMe rafforza quindi un posizionamento di leadership in un mercato che si sta affermando sempre più a livello nazionale. Si segnala che la percentuale di crescita dei ricavi del portale differisce da quella della raccolta per via dei metodi contabili; per natura del modello di business dell'Equity Crowdfunding, il fatturato rispetto al raccolto ha una discrepanza che porta a conteggiare alcuni introiti, generati durante un determinato semestre, nel semestre successivo.

L'EBITDA *nei primi sei mesi dell'anno è pari a 27.890 euro, contro i -320.022 euro del primo semestre 2020, mentre il margine in percentuale sui ricavi si attesta al +4,95% rispetto al precedente -72%. È significativo il *raggiungimento per la prima volta di un EBITDA positivo, un risultato reso possibile grazie alla capacità di ottimizzare la struttura dei costi, oltre che di creare nel corso degli anni una piattaforma online efficiente e facilmente fruibile, con una User Experience alta qualità, grazie a cui i clienti possono facilmente visionare le varie opportunità e investire in pochi click.

Dopo aver spesato ammortamenti per 114.057 euro, l'*EBIT *è pari a -86.167 euro contro i precedenti -424.420.

Il *risultato netto *al 30 giugno 2021 si attesta a -86.167 euro contro i -440.471 euro dei primi sei mesi dell'anno precedente, evidenziando un netto miglioramento.

La *Posizione finanziaria netta *è attiva (cassa) pari a € 780.484 in miglioramento rispetto al 31 dicembre 2020 (cassa per € 644.867), grazie alla cassa generata nel periodo (pari a Euro 137.366). È significativa anche la crescita dei principali KPI (Key Performance Indicator) gestionali.

Nei primi sei mesi del 2021, oltre all'aumento della raccolta complessiva, è stato registrato anche un incremento dell'investimento medio, pari a 5.000 euro (vs. circa 3.000 euro FY 2020). Tale risultato evidenzia una solida fidelizzazione dell'investitore, che crede nei progetti selezionati da CrowdFundMe ed è disposto a investire chip più elevati nelle singole campagne.
Cresce anche la raccolta media, che nel primo semestre 2021 si attesta a oltre 600.000 euro contro i 450.000 registrati in tutto il 2020.

"Negli scorsi anni abbiamo realizzato un importante lavoro di ottimizzazione della struttura con l'obiettivo di dar vita ad una realtà imprenditoriale solida ed efficiente – dichiara Tommaso Baldissera Pacchetti, amministratore delegato di CrowdFundMe – Adesso stiamo raccogliendo i frutti e, come dimostra l'EBITDA, per la prima volta positivo, abbiamo raggiunto un punto di svolta, passando dall'essere una startup con assorbimento di cassa ad azienda affermata e cash positive. Sono particolarmente soddisfatto anche per la crescita del valore della produzione, che nei primi sei mesi del 2021 è arrivata a oltre 618.000 euro, contro circa 505.000 dello stesso periodo 2020. La strada è quella giusta, i numeri sono chiari, e ora puntiamo ad accelerare ulteriormente la nostra espansione. Così come i numeri del primo semestre 2021 riflettono il lavoro passato, allo stesso modo crediamo che le iniziative che stiamo realizzando oggi porteranno ad una crescita dei risultati sia nell'esercizio corrente che nel 2022".

Accanto a un lavoro che ha permesso di generare numeri eccellenti da un punto di vista quantitativo, CrowdFundMe ha da sempre puntato sulla qualità, adottando una rigorosa strategia di selezione delle emittenti, non solo con l'obiettivo di concludere al meglio le operazioni di Crowdinvesting, ma anche nell'ottica di crescita nel medio-lungo periodo, affinché le società possano creare valore per gli investitori.

L'efficacia di tale strategia e la qualità delle emittenti di CrowdFundMe sono confermate dall'Equity Crowdfunding Index, ovvero il Nav (Net Asset Value) elaborato dall'Osservatorio Crowdinvesting del Politecnico di Milano, presieduto dal Prof. Giancarlo Giudici, relativo alle società che hanno chiuso raccolte di Equity Crowdfunding con successo. Secondo i dati più recenti – aggiornati a luglio 2021 – CrowdFundMe sovraperforma il risultato della media nazionale: 225 punti contro 150 punti, come riportato nel grafico seguente.

*FATTI DI RILIEVO AVVENUTI DOPO LA CHIUSURA DEL SEMESTRE ED EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE *

**Per la seconda metà dell'anno, CrowdFundMe ha un piano di azione preciso basato su alcuni punti cardine: il collocamento di nuovi minibond (una linea di business avviata nel 2020 e che diviene sempre più importante), il lancio di ulteriori campagne milionarie accanto a raccolte di entità minore, la selezione di nuovi progetti immobiliari.

La società intende infatti proseguire nella strategia di offrire una gamma completa di prodotti, sia di Equity che obbligazionari (Equity Crowdfunding, Real Estate Crowdfunding, Private Debt), per consentire agli investitori di costruire un portafoglio diversificato.

A livello di raccolte milionarie, CrowdFundMe ha dimostrato la propria capacità di portare a successo campagne del calibro di Global Tech Ventures (holding di Venture Capital), terminata a oltre 3,7 milioni di euro (record del portale) grazie a 130 soci. Un trend che sta proseguendo anche nel secondo semestre 2021: a settembre, il portale ha portato a conclusione la raccolta milionaria in Equity Crowdfunding di Infinityhub, holding attiva nel settore green energy che ha ottenuto investimenti per oltre 1,9 milioni di euro.

Nella seconda metà del 2021, inoltre, è prevista un'espansione dei volumi di CFM Board, avviata a inizio anno. Si tratta della bacheca elettronica di scambio quote di CrowdFundMe, che permette agli investitori di comprare e/o vendere i propri asset in Equity Crowdfunding tramite la piattaforma online del portale. Tale strumento favorisce una maggiore liquidità degli strumenti Equity, ampliando le possibilità degli investitori di monetizzare gli investimenti realizzati attraverso CrowdFundMe, anche in ottica di breve termine.

(GD - www.ftaonline.com)