Daimler riduce i turni a 18.500 operai e ferma temporaneamente due impianti in Germania. Anche il colosso tedesco sconta l'impatto della carenza di chip che ha colpito particolarmente proprio il settore dell'automotive. "Attualmente c'è carenza di fornitura a livello mondiale di alcuni componenti di semiconduttori", ha dichiarato a Reuters una portavoce di Daimler. "La situazione è instabile quindi non è possibile fare una previsione sull'impatto", ha aggiunto. Il taglio alla produzione del marchio Mercedes-Benz riguarderà gli stabilimenti di Brema e Rastatt per almeno una settimana. Daimler aveva chiuso con una perdita limitata allo 0,16% la seduta di mercoledì a Francoforte, contro il guadagno dello 0,44% del Dax.

(RR - www.ftaonline.com)