Ottime notizie per Danieli & C (+7,4% a 20,50 euro): il gruppo ha ricevuto dal gruppo Nucor Corporation una commessa da oltre 650 milioni di dollari, la maggiore a livello mondiale per macchinari e automazione degli ultimi 20 anni. Nel dettaglio, il produttore di acciaio leader americano ha scelto la tecnologia di laminazione diretta QSP-DUE® Danieli Universal Direct Rolling per un nuovo impianto da costruire ex novo in West Virginia per la produzione di nastri di acciaio di qualità laminati a caldo, nonché la tecnologia di laminazione a freddo e linee di processo per due progetti per nastri di acciaio laminati a freddo. L'avviamento di questi impianti comincerà verso la metà del 2024 e il funzionamento è previsto entro la fine del 2024.

*L'analisi del grafico di Danieli & C mette in evidenza la correzione originata dal record *a 29,86 euro di novembre e il recente test del 38,2% di ritracciamento (Fibonacci) del rally partito a marzo 2020. Per alimentare il recupero il titolo dovrebbe stabilizzarsi sopra area 20 per poi attaccare gli ex supporti a 22 circa: in caso di successo via libera verso 24,50 circa, ostacolo decisivo sulla strada del ritorno sul record. Discese sotto 17,80-17,90 preannuncerebbero invece un pericoloso test del recente minimo a 16,26 con rischio di riattivazione della tendenza ribassista (primo appoggio a 15 circa).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)