Dax su (doppio) supporto critico. L'indice Dax ha lasciato sul terreno martedì il 2,49% terminando a 14856 punti. I minimi di giornata, a 14845 sono collocati sulla media mobile esponenziale a 50 giorni e sulla linea che unisce i minimi di fine ottobre e di febbraio. Questa linea potrebbe dimostrarsi la base di una figura "ending diagonal", ovvero la parte terminale di una sequenza impulsiva iniziata a marzo 2020. Nella teoria delle onde di Elliott è previsto che l'onda 5 della sequenza rialzista, che è formata da 5 segmenti, possa assumere la forma di un cono crescente che l'indice Dax ha disegnato negli ultimi mesi, con la parte superiore del cono formata dalla trend line che unisce i massimi di novembre e quelli di gennaio (e intercetta quelli di aprile). Discese al di sotto di area 14840/50 potrebbero dare maggiore credibilità a questa ipotesi prospettando almeno la ricopertura del gap del 2 febbraio con base a 13648 punti. Supporto intermedio in area 14140/50. Un primo segnale di recupero credibile verrebbe al di sopra di area 15100, 61,8% di ritracciamento del ribasso del 4 maggio. Resistenza successiva a 15250, linea ribassista disegnata dal top di aprile.

(AM)