Dax sulla parità in avvio di ottava. Il Dax ha terminato la seduta di lunedì a 15397 punti, in calo dello 0,13%. Nel corso dell'intraday i prezzi si sono spinti fino a quota 15482, arrivando quindi molto vicini ai record del 19 aprile a 15502 punti, una resistenza che per il momento tiene. Il superamento di quell'ostacolo sarebbe una buona notizia per l'indice, che avrebbe spazio per salire a testare a quota 15900 la trend line crescente che unisce i massimi del 9 novembre e del 6 aprile, una resistenza critica anche in ottica di medio periodo. Sopra 15900 target a 16170. Fino a che i prezzi rimarranno al di sotto di area 15500 il quadro grafico rimarrà aperto anche al rischio di ribassi. Una prima indicazione di debolezza verrebbe al di sotto della linea rialzista disegnata dai minimi di fine ottobre (e passante per quelli di fine febbraio), in transito a 15150 circa, un ulteriore indizio negativo verrebbe con la violazione a 14970 della media mobile esponenziale a 50 giorni. Attesi in quel caso ribassi almeno fino a 14621, base del gap rialzista del 26 marzo.

(AM)