Il Consiglio di Amministrazione di Digital Bros (DIB:MI), Gruppo quotato al segmento STAR di Borsa Italiana e attivo nel mercato dei videogames, ha approvato la Relazione Finanziaria Semestrale al 31 dicembre 2020 (primo semestre dell'esercizio che va dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2021).

? Ricavi lordi consolidati pari a 82,4 milioni di Euro in aumento del 21,4% rispetto ai 67,9 milioni di Euro registrati al 31 dicembre 2019
? Ricavi del semestre realizzati al 96% sui mercati internazionali e all'85% su piattaforme digitali
? Margine operativo lordo pari a 35,6 milioni di Euro più che triplicato rispetto ai 10,2 milioni di Euro registrati al 31 dicembre 2019
? Margine operativo (EBIT) pari a 20 milioni di Euro quasi quintuplicato rispetto ai 4 milioni di Euro registrati al 31 dicembre 2019
? Utile ante imposte di 22,2 milioni di Euro rispetto ai 3,7 milioni di Euro registrati al 31 dicembre 2019
? Utile netto di 16 milioni di Euro rispetto ai 1,9 milioni di Euro registrati al 31 dicembre 2019
? Posizione finanziaria netta positiva per 14,4 milioni di Euro (20 milioni al netto dell'effetto IFRS 16) in miglioramento di 11,8 milioni di Euro

EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE
Il secondo semestre dell'esercizio presenterà in particolare l'uscita delle versioni per Sony PlayStation 5 e Microsoft XboX S del videogioco Control. Il settore operativo Free-to-Play vedrà il lancio mondiale di nuovi prodotti a partire dal terzo trimestre dell'esercizio, con Pocket Pioneers e successivamente Puzzle Quest 3, mentre la nuova versione del videogioco Hawken sarà disponibile a partire dal quarto trimestre dell'esercizio. Il continuo lancio di nuovi prodotti e le vendite su prodotti già disponibili, permetteranno una crescita dei ricavi attesi per l'esercizio in corso, anche se in misura più contenuta rispetto alla significativa crescita realizzata nel passato esercizio. L'andamento del primo semestre al di sopra delle aspettative ha permesso il raggiungimento del margine operativo realizzato nell'intero esercizio precedente. L'incremento dei margini reddituali si manterrà anche nel secondo semestre contenuti in parte dall'incremento dei costi per le campagne marketing a supporto del lancio dei nuovi prodotti Free-to-Play e da una crescita dei costi del personale, sia per effetto della recente acquisizione australiana, sia da un numero più elevato di risorse necessarie per gestire maggiori volumi di attività ed un numero crescente di studi di sviluppo interni. In relazione al positivo andamento prospettico del mercato, il Gruppo continua a reinvestire gran parte della liquidità generata nell'acquisizione e nella creazione e sviluppo di nuove proprietà intellettuali ed ha intenzione di mantenere livelli di investimento elevati anche nel prossimo futuro. Alla data del 31 dicembre 2020 il Gruppo ha immobilizzazioni in corso e progetti di investimento in 21 nuove proprietà intellettuali per circa 83 milioni di Euro a cui vanno aggiunti i costi per gli studi interni di sviluppo per i videogiochi in fase di realizzazione. Gli investimenti già previsti, insieme a future acquisizioni di proprietà intellettuali, si prevede permetteranno un salto dimensionale del Gruppo a partire dall'esercizio 2024 nel quale le nuove produzioni in uscita saranno particolarmente numerose tra le quali la seconda versione di Assetto Corsa, realizzata dallo studio di sviluppo di proprietà Kunos Simulazioni, nonché altre produzioni che verranno comunicate solo in prossimità dei rispettivi lanci. Il Gruppo continuerà a monitorare gli effetti derivanti dalla diffusione della pandemia da COVID-19 adottando opportuni strumenti di mitigazione, qualora fossero necessari, e comunicando al mercato eventuali fattori non adeguatamente già considerati.

(RV - www.ftaonline.com)