Doppio segnale ribassista martedì per il Ftse Mib che ha violato in area 24550/70 la base del "flag" disegnato dal minimo del 12 aprile (figura di continuazione della precedente tendenza ribassista) e soprattutto la base del canale crescente disegnato dai minimi di fine gennaio. I prezzi sono successivamente scesi a testare in area 24200 il limite inferiore del gap rialzista del 26 marzo, un supporto che è stato violato lasciando spazio al test di area 24050. A frenare la crescita dei prezzi sui principali listini azionari è la recrudescenza del Covid-19 in alcune aree geografiche che ha messo a dura prova l'ottimismo derivante dalle riaperture e dalle possibilità di rimbalzo da parte dell'economia globale. Il prossimo supporto rilevante per il Ftse Mib si colloca a 23880 punti, sulla media mobile esponenziale a 50 giorni. In caso di violazione della media target a 23652, top del 15 febbraio. Solo oltre area 24400 i segnali di debolezza verrebbero messi in discussione e l'indice potrebbe tentare di mettere a segno un "return move" verso la ex area di supporto dei 24550/600 punti.

(AM)