Il Consiglio di Amministrazione di Edison, riunitosi ieri, ha esaminato il Resoconto Intermedio di gestione al 31 marzo 2022, che a fronte del recupero delle attività industriali dopo le restrizioni imposte dalla pandemia, registra la forte contrazione degli utili in conseguenza dell'applicazione del decreto "Taglia prezzi" (D.L. n.21 del 22 marzo 2022) e del Sostegni-ter (DL 21 marzo 2022, n.21) e del Sostegni-ter (DL 27 gennaio 2022, n.4 convertito nella legge 28 marzo 2022, n.5). In particolare, nel primo trimestre dell'anno il Margine Operativo Lordo (EBITDA) è aumentato di 105 milioni di euro, pari a un incremento del 41,7% rispetto allo stesso periodo del 2021, grazie soprattutto al contributo della produzione termoelettrica, delle attività gas e di alcuni effetti non ricorrenti. Tale risultato ha più che compensato il calo della produzione idroelettrica, che ha sofferto la bassa idraulicità del periodo, e l'impatto negativo del rialzo dei prezzi sulla marginalità delle vendite ai clienti finali: in questo scenario di incremento dei prezzi, Edison ha adottato azioni di protezione dei clienti che hanno pesato sulla redditività delle attività downstream. La posizione finanziaria netta al 31 marzo 2022 evidenzia una liquidità di 226 milioni di euro (debito di 104 milioni di euro al 31 decembre 2021). Tale esito riflette la positiva generazione di cassa dell'attività operativa, a fronte di investimenti per il rafforzamento nei business della transizione energetica.

(RV - www.ftaonline.com)