Enel è stata confermata per il terzo anno consecutivo nel Bloomberg Gender-Equality Index (GEI) come una delle aziende leader di 11 settori, con sede in 45 Paesi, su quasi 11.700 società quotate in borsa valutate sulla base dell'ampiezza dell'informativa e dei risultati raggiunti dalle loro iniziative di inclusione di genere. Anche Endesa, società spagnola controllata di Enel, è stata confermata nell'indice, mentre Enel Chile è stata inclusa per la prima volta.
"La conferma di Enel nel Gender-Equality Index di Bloomberg per il terzo anno consecutivo è un altro importante riconoscimento del nostro impegno continuo nei confronti dei principi della diversità di genere e dell'inclusione," ha dichiarato Guido Stratta, Direttore di People and Organization di Enel. "In Enel, abbracciamo la diversità come un'opportunità per creare una cultura che supporti tutte le persone nell'esprimere il loro potenziale a tutti i livelli e in tutta la catena del valore, cercando sempre di contribuire a una solida base per un mondo prospero e sostenibile."
Il framework per la rendicontazione in materia di genere di Bloomberg è un metodo di reporting e divulgazione standardizzato a livello internazionale dei dati di genere in ambito aziendale. Fornisce alle società un modello per misurare il modo in cui promuovono l'uguaglianza di genere attraverso cinque pilastri: leadership femminile e pipeline di talenti, parità salariale e parità di retribuzione di genere, cultura inclusiva, politica sulle molestie sessuali e branding a favore delle donne.
Enel è stata confermata nell'indice grazie a un punteggio superiore alla soglia globale stabilita da Bloomberg, che testimonia un elevato livello di trasparenza e di risultati complessivi realizzati sui cinque pilastri del framework. Enel si distingue nel GEI di Bloomberg per le sue politiche di promozione della presenza delle donne nel Consiglio di Amministrazione, nelle posizioni manageriali e nelle nuove assunzioni, al contributo dato alla parità di retribuzione, e alla definizione di benefici sociali e di soluzioni di equilibrio tra vita privata e vita professionale per tutti i suoi dipendenti. Inoltre, nell'edizione di quest'anno, in linea con la precedente valutazione, è stato espressamente riconosciuto l'impegno di Enel nella prevenzione delle molestie sessuali sul luogo di lavoro. Le migliori prassi innovative realizzate sulla diversità di genere hanno consentito a Enel di raggiungere un livello di performance complessivo del 13% superiore al punteggio medio delle altre imprese incluse nell'indice.
La leadership di Enel nella sostenibilità è riconosciuta a livello mondiale anche dalla presenza del Gruppo in diversi altri importanti ranking e indici di sostenibilità, come ad esempio MSCI ESG Leaders Indices, CDP Climate "A" List, gli indici Euronext Vigeo-Eiris 120, l'indice MIB ESG, la serie FTSE4Good Index, l'indice STOXX Global ESG Leaders, il rating ISS "Prime", Refinitiv TOP 100 Diversity and Inclusion Index, l'Equileap Top 100 Gender Equality Global Ranking e gli indici ECPI.
Il Gruppo sta attirando sempre maggiore attenzione da parte degli investitori socialmente responsabili (SRI), la cui quota nella società è in costante crescita, e rappresenta oggi circa il 14,6% del capitale di Enel, un valore più che raddoppiato rispetto al 2014. Questo incremento riflette la crescente importanza che i mercati finanziari danno agli elementi non finanziari nella creazione di valore sostenibile di lungo periodo.
Accanto all'uguaglianza di genere, Enel lavora costantemente in tutti i paesi di presenza su varie iniziative volte a garantire la non discriminazione e le pari opportunità legate alla disabilità, all'età e alla nazionalità e promuove una cultura dell'inclusione. Per questo Enel ha aderito al "Valuable 500", una comunità globale di 500 aziende private impegnate a sbloccare i valori aziendali e sociali delle persone con disabilità in tutto il mondo, lanciando un programma globale chiamato "Value for Disability" volto a promuovere l'inclusione e l'empowerment delle persone con disabilità. A questo proposito, l'iniziativa di Enel presta particolare attenzione alle donne con disabilità che possono affrontare una doppia discriminazione sfruttando la loro posizione sociale. Il suo obiettivo è quello di promuovere l'inclusione e l'empowerment facendo leva sull'accessibilità e sfruttando il potenziale dei mercati con prodotti e servizi per tutti, e generando innovazione, come sottolineato durante l'evento "Inclusive Business as a shared value opportunity - Creating profitable solutions by meeting social needs". Maggiori informazioni possono essere trovate qui: https://www.enel.com/it/azienda/storie/articles/2021/12/promuovere-inclusione.

(RV - www.ftaonline.com)