Enertronica Santerno, società quotata al mercato AIM Italia, sistema multilaterale di negoziazione organizzato e gestito da Borsa Italiana, comunica di aver completato, tramite la propria partecipata Enertronica SGR, la procedura autorizzativa avente ad oggetto l'ampliamento della potenza di un proprio impianto fotovoltaico sito in Italia meridionale, dall'originaria potenza di 1 MW a 2,7 MW (di seguito "Impianto").

Il completamento della procedura autorizzativa è avvenuto nel rispetto del D.L. 76/2020 (cd Decreto Semplificazioni) il quale ha previsto numerose semplificazioni in materia di iter autorizzativi degli impianti da fonti rinnovabili, compresi anche gli interventi di potenziamento come nel caso in questione, con l'obiettivo di aumentare la produzione di energie da fonte rinnovabile agevolando e semplificando appunto gli iter autorizzativi e, consentendo altresì di mantenere a determinate condizioni gli incentivi agli impianti che hanno in corso tale riconoscimento.

Tra le varie semplificazioni vi è stata, per esempio, l'introduzione della DILA (Dichiarazione Inizio Lavori Asseverata) agli strumenti autorizzativi già esistenti quali l'Autorizzazione Unica e la Procedura Abilitativa Semplificata.

Nello specifico, l'ampliamento dell'Impianto realizzato su suolo industriale già di proprietà della Enertronica SGR permetterà di incrementare la potenza e la redditività dello stesso. Le attività di costruzione e repowering della porzione esistente di Impianto, il cui valore stimato, al netto del sistema di accumulo elettrochimico, è pari a circa 2 milioni di euro avranno luogo tra la fine del 2021 e gli inizi del 2022.

Tali attività prevedono la costruzione chiavi in mano (comprensiva di ingegneria e sviluppo autorizzativo) e la fornitura di tutti gli apparati elettronici di produzione della Enertronica Santerno. Al momento le attività sono previste in modalità BOT e quindi saranno realizzate con risorse proprie del Gruppo. Si prevede, però, data la elevata richiesta del mercato che la cessione dell'asset possa avvenire già in fase di costruzione o anche prima dell'inizio delle attività.

La cessione dell'asset rientra nel programma di fornitura di impianti fotovoltaici chiavi in mano da realizzare con l'impiego di nuove soluzioni tecnologiche che il Gruppo Enertronica ha già intrapreso (cfr. comunicati stampa del 23 dicembre 2019 e del 5 novembre 2020) con un totale ad oggi di quindici impianti già contrattualizzati con un primario utility nazionale.

L'Impianto prevede la possibilità di includere un sistema di accumulo elettrochimico e quindi rientra nelle attività ad alto contenuto tecnologico che contraddistingue i prodotti e le soluzioni offerta dal Gruppo Enertronica. Con questo progetto Enertronica Santerno consolida la propria presenza nel mercato italiano del revamping e del repowering con una potenza complessivamente rigenerata di 55,5 MW. Tali interventi, che consistono rispettivamente nel manutenere l'impianto con l'obiettivo di migliorarne la sua efficienza riportandone le prestazioni a buon livello e, nell'incrementare la potenza nominale dell'impianto installato e dunque la sua produzione energetica, si prevede possano subire una accelerazione in un contesto in cui il dato statistico riguardante gli impianti oggi operativi in Italia, per data di installazione, consente di tracciare la curva di potenziale sostituzione che evidenzia il picco massimo tra il 2021 e il 2022; periodo nel quale il solo mercato italiano raggiungerà il valore approssimativo di mezzo miliardo di euro.

Il presente comunicato è a disposizione del pubblico sul sito internet dell'emittente nella sezione Comunicati dell'area Investor Relations.

(GD - www.ftaonline.com)