Eni +0,9% in recupero nonostante le indiscrezioni raccolte da Reuters: il giacimento Kashagan (di cui è co-operatore insieme a ExxonMobil, CNPC, Shell, Total, Inpex e KazMunayGaz) nel Mar Caspio sta producendo poco più della metà rispetto ad agosto (circa 210 mila barili al giorno contro 383 mila). La causa è però temporanea, ovvero lavori di manutenzione previsti dal 1° al 10 settembre. Intanto il petrolio è in recupero dai minimi della mattinata: il future novembre sul Brent segna 72,40 $/barile (minimo a 71,50 circa), il future ottobre sul WTI 69,10 $/barile (minimo a 68,30 circa).

(Simone Ferradini - www.ftaonline.com)