ePRICE balza in avanti (asta di volatilità, teorico +32,57%) dopo che il cda ieri "ha preso atto di una manifestazione d'interesse pervenuta da parte di Negma Group Ltd finalizzata al risanamento di ePrice". L'offerta prevede una ripatrimonializzazione della società (che deve ricapitalizzare causa riduzione del capitale sotto i limiti di legge) e la trasformazione della stessa in una investment company. Il cda ha quindi dato l'ok all'avvio "di una light due diligence da completarsi entro il 31 gennaio 2022 e la richiesta di un periodo di esclusiva sino al 15 febbraio 2022 per definire termini e condizioni di un accordo definitivo". Il cda esaminato i dati 2020 differendone l'approvazione in attesa della definizione dell'offerta di Negma: ricavi -21,4% sul 2019, EBITDA adj -13,03 milioni di euro, risultato netto -34,575 milioni.

(SF - www.ftaonline.com)