Dopo essersi sfidati il private svedese Eqt e quello Usa Hellman & Friedman ottengono in partnership l'approvazione dell'Opa su Zooplus, migliorata ulteriormente a 480 euro per azione. Management e supervisory board del retailer tedesco di prodotti per animali hanno infatti dichiarato di ritenere l'aumento della proposta nel migliore interesse dell'azienda e molto attraente per gli azionisti. A inizio ottobre Hellman & Friedman aveva rilanciato a 470 euro la sua offerta, dopo averla già aumentata da 390 a 460 euro in settembre, in risposta alle dichiarazioni di Zooplus che aveva confermato di essere in trattativa per il possibile buyout con Kkr. In agosto il gruppo di Monaco di Baviera aveva già raggiunto l'accordo per l'acquisizione da parte di Hellman & Friedman, per una valutazione di circa 3 miliardi. Successivamente, però, si era fatto avanti anche Eqt e poi, appunto, Kkr. Eqt a fine settembre aveva offerto 470 euro, attraverso il veicolo d'investimento Pet Bidco, che ora si tira fuori dai giochi. L'offerta congiunta dei due private, che porta la valutazione a 3,7 miliardi, è stata realizzata invece attraverso Zorro Bidco, ha una soglia d'adesione del 50% del capitale e scadrà il prossimo 3 novembre. Zooplus ha chiuso in rialzo dello 0,67% lunedì a Francoforte, a 478,60 euro.

(RR - www.ftaonline.com)