Ottime performance per ERG (+3,35%) e per i titoli del settore rinnovabili mentre procedono i negoziati della COP26 di Glasgow. Graficamente il titolo è riuscito a risalire rapidamente la china verso i massimi della scorsa settimana a 31,73 euro nel tentativo di riattivare la corsa verso target ipotizzabili a 33,80 circa, per il test del lato superiore del canale che sale dai minimi di marzo 2020. La presenza di segnali di ipercomprato sui principali oscillatori grafici aumenta però il rischio di prese di beneficio: restano dunque possibili discese verso le ex resistenze a 27,40/27,50. Solo sotto questo limite le aspettative di rialzo verebbero ridimensionate.

(CC - www.ftaonline.com)